DEPRIVAZIONE ANDROGENICA

lug272022

Salute dell’osso nel carcinoma prostatico, valutazione e interventi

Il carcinoma della prostata è una patologia che, attraverso vari stadi, va dalla forma ormono-sensibile a quella ormono-resistente. «Il gold standard terapeutico del carcinoma prostatico ormono-sensibile (HSPC, hormone sensitive prostate cancer...
transparent

nov222021

Covid-19, la terapia di deprivazione androgenica non riduce il rischio di decesso

Secondo uno studio pubblicato su Jama Network Open, non vi è associazione tra la terapia di deprivazione androgenica e la mortalità a 30 giorni nei pazienti con Covid-19. Dato che la mortalità da Covid-19 è maggiore negli...
transparent
Covid-19, la terapia di deprivazione androgenica riduce il rischio di malattia

mag112020

Covid-19, la terapia di deprivazione androgenica riduce il rischio di malattia

Secondo uno studio pubblicato su Annals of Oncology, gli uomini trattati con terapia di deprivazione androgenica (Adt) per il carcinoma prostatico sono meno a rischio di ammalarsi di Covid-19. «I pazienti con carcinoma della prostata in terapia con...
transparent
Ca prostatico localmente avanzato, indicata la deprivazione androgenica a lungo termine

ott282015

Ca prostatico localmente avanzato, indicata la deprivazione androgenica a lungo termine

Dopo oltre 15 anni di follow-up la prosecuzione della terapia di deprivazione androgenica per ulteriori 24 mesi migliora sotto tutti i punti di vista la prognosi del carcinoma prostatico localmente avanzato trattato con radioterapia rispetto al trattamento...
transparent

giu172015

Possibile rapporto tra deprivazione androgenica per cancro prostatico e declino cognitivo

Gli uomini sottoposti a terapia di deprivazione androgenica per carcinoma prostatico avanzato sembrano essere a rischio di andare incontro a declino cognitivo entro 6 mesi dall'inizio del trattamento. È quanto emerge dallo studio di un gruppo statunitense....
transparent

giu172015

Osteoporosi maschile non da deprivazione androgenica: aumento densità ossea con denosumab

Il trattamento con denosumab in uomini con ridotta densità minerale ossea (BMD) è ben tollerato, induce un aumento dei valori di BMD in ogni sito e determina una riduzione persistente degli indici di riassorbimento osseo. Questi i risultati...
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>


chiudi