Ricerca   |    Topic attivi   |    Accedi all'area riservata

Logo Medikey
icona
Per accedere è necessaria l'iscrizione a Medikey

 


La gestione del riconoscimento dell'operatore della salute e la trasmissione e archiviazione delle relative chiavi d'accesso e dei dati personali del professionista della salute avviene mediante la piattaforma Medikey® nel rispetto dei requisiti richiesti da
Il Ministero della Salute (Circolare Min. San. - Dipartimento Valutazione Farmaci e Farmacovigilanza n° 800.I/15/1267 del 22 marzo 2000)
Codice della Privacy (D.Lgs 30/06/2003 n. 196) sulla tutela dei dati personali





Riforma 118, Aaroi-Emac e Simeu contro modello Fnomceo. No a Mmg equiparati a specialisti
Administrator
#1 Inviato : mercoledì 15 settembre 2021 09:32:37(UTC)
Rank: Administration
Messaggi: 7.885

RIFORMA 118, AAROI-EMAC E SIMEU CONTRO MODELLO FNOMCEO. NO A MMG EQUIPARATI A SPECIALISTI


Anestesisti rianimatori dimenticati, medici di emergenza urgenza equiparati a medici di famiglia: la relazione del presidente Fnomceo Filippo Anelli , audito in Senato per migliorare il disegno di legge 1715 sui Servizi di Emergenza sanitaria territoriali-Set 118 a firma di Maria Domenica Castellone (M5S), non piace al sindacato Aaroi Emac né alla società scientifica Simeu, voci chiave del mondo dell'emergenza urgenza. Il Ddl, istitutivo dei SET-118 da cui dipenderanno medici ed...

Per leggere l'intero articolo cliccare qui

PIETRO RENDA
#2 Inviato : mercoledì 15 settembre 2021 09:32:43(UTC)
Rank: Newbie
Messaggi: 4
SONO ASSOLUTAMENTE D'ACCORDO CON IL COLLEGA VERGALLO, NON POSSIAMO FARE CONFUSIONE TRA MEDICI SPECIALISTI CHE SI SONO FORMATI DOPO ANNI DI ESPERIENZA OSPEDALIERA ED UNIVERSITARIA. NON CAPISCO, APPUNTO, COME SIA POSSIBILE A DISTANZA DI TANTI ANNI DALLA CREAZIONE DI UNA VERA E PROPRIA SCUOAL DI SPECIALIZZAZIONE IN EMERGENZA-URGENZA, CHE E' UNO DEI FIORI ALL'OCCHIELLO DEL SISTEMA SANITARIO NAZIONALE, CHE SI CONTINUI AD ARRUOLAREE PERSONALE DEL TUTTO IMPREPARATO AD AFFRONTARE TEMATICHE CHE SONO PROPRIE DI QUESTA SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE. PURTROPPO L'ITALIA E' LA NAZIONE IN CUI I CORSI REGIONALI IMPROVVISAMENTE DIVENTANO SPECIALIZZAZIONI ! RICORDO A TUTTI ED IN PRIMIS A ME STESSO, CHE LA FORMAZIONE MEDICA SI FA SOLO ATTRAVERSO LE UNIVERSITA' E L'ESPERIENZA DI REPARTO. CAPISCO CHE L'URGENZA DI COPRIRE TANTI POSTI VACANTI HA FATTO FIORIRE MIGLIAIA DI PSEUDO CORSI DI FORMAZIONE ATTI A FAR SALIRE IL PERSOBNALE SANITARIO SULL'AMBULANZA, MA CREDO CHE DOPO TANTI ANNI, DA QUANDO E' STATA IN STITUITALA SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE IN EMERGENZA-URGENZA, SIA NECESSARIO ED OBBLIGATORIO ARRUOLARE SOLO PERSONALE ADEGUATAMENTE FORMATO E SPECIALIZZATO. ALTRE NAZIONI, CONSìDERATE ARRETRATE RISPETTO L'ITALIA HANNO SCUOLE DI SPECIALIZZAZIONE IN EMERGENZA-URGENZA DI ALTISSIMO PROFILO, VEDI AD ESMPIO LA ROMANIA CON LO SMURD, IL PERSONALE AUTORIZZATO A SALIRE IN AMBULANZA E' SOLO PERSONALE MEDICO SPECIALIZZATO IN EMRGENZA-URGENZA CON 5 ANNI DI DURA SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE,, PERSONALE PREPARATO A TRATTARE I TRAUMI, LE URGENZE CARDIOLOGICHE E QUALSIEASI ALTRO TIPO DI URGENZA. DICO BASTA AL SISTEMA DEI CORSI REGIONALI CHE PIAN PIANO PRETENDONO DI ESSERE EQUIPARATI A SPECIALIZZAZIONI..
Michele Arcangelo Mussari
#3 Inviato : mercoledì 15 settembre 2021 09:56:19(UTC)
Rank: Advanced Member
Messaggi: 505
Sono completamente in disaccordo con le pretese del sindacato degli AR e di conseguenza con la SIMEU: se è vero che il SET 118 non può equivalere ad una continuità assistenziale o peggio a un surrogato della medicina di base, neppure può essere un'appendice delle strutture di soccorso ospedaliere, con funzione puramente ancillare. Purtroppo Vergallo nelle sue rivendicazioni, come prevedibile, è del tutto ignorante della realtà operativa del soccorso territoriale, spesso attualmente non appropriatamente utilizzata nei suoi compiti precipui ma spesso mero strumento di trasporto dei pazienti cronici più seri non o mal gestiti dai MMG e CA o peggio per l'effettuazione di visite domiciliari di controllo che sarebbero appannaggio di questi ultimi. Ma neppure si potrebbero immaginare anestesisti rianimatori ospedalieri o anche specialisti di PS in MEU mettersi sulle ambulanze ad effettuare interventi domiciliari o peggio andare "on the road" per 38 ore settimanali. Insomma chi sta sul territorio dovrebbe andare in PS ad acquisire esperienze formative più complete, mentre nulla si dice del percorso inverso, dunque con evidente supremazia dell'OSPEDALE sul territorio. Ma quest'ultima non è esattamente, visti i costi e i compiti differenti, ciò che da anni il legislatore vuole evitare?
Michele Arcangelo Mussari
#4 Inviato : mercoledì 15 settembre 2021 10:03:12(UTC)
Rank: Advanced Member
Messaggi: 505

Ma il collega Rende sa quanti specialisti in MEU vengono sfornati ogni anno? Forse qualche centimaio in tutta Italia, quando per un efficiente servizio ET- 118 ne servirebbero migliaia e migliaia? Ma di cosa parla costui?  Cerchi piuttosto di qualificarsi nelle sue competenze, come fa il sottoscritto, che non è specialista in ME ma comunque dirigente medico con competenze ultraventennali.

Dr. MICHELE ARCANGELO MUSSARI - DIRIGENTE MEDICO SET 118 ASL SALERNO

PIETRO RENDA
#5 Inviato : mercoledì 15 settembre 2021 18:15:18(UTC)
Rank: Newbie
Messaggi: 4

Chiarissimo Dott. Mussari,

Mi vorrebbe fare credere che la soluzione migliore per sopperire all'ativica carenza di specialisti in Italia sia quella di sfornare medici che con un corso fatto in qualche weekend nel periodo massimo di mesi sei siano già pronti ad affrontare l'emergenza ed a salire su di una ambulaza medicalizzata ?!

A questo punto, non vedo la ragione dell'esistenza di una  scuola di specializzazione in Emergenza-Urgenza! Chiudiamola e mettiamo sulle ambulanze "medici allo sbaraglio"! Vorrà dire che chi ha fatto cinque anni di specializzazione ha solo perso tempo !

D'altronde l'Italia è l'unica nazione in cui un medico senza specializzazione  ha il diritto di libera pratica!

Credo invece sia opportuno implementare i posti messi a disposizione per le specializzazioni e magari rimodulare il sistema di emergenza-urgenza vigente tutt'oggi nel nostro paese.

Cordilamente

Dott. Piero Renda M.D. PhD Specialista in Chirurgia Plastica, Estetica e Microchirurgia Ricostruttiva

Dirigente Medico presso il Reparto di Grandi Ustionati dell'Ospedale Regionale di Targu Mures

Docente presso la cattedra della Scuola di Specializzazione di Chirugia Plastica, Estetica e Microchirugia Ricostruttiva

Docente presso la Facoltà di Scienze Infermieristiche dell'Università di Craiova

Direttore del Dipartimento di Medicina Sperimentale della Scuola Superiore Internazionale di Studi Universitari Ricerca e Formazione "Santa Rita" di Roma 

Forum Jump  
Tu NON puoi inviare nuovi topic in questo forum.
Tu NON puoi rispondere ai topics in this forum.
Tu NON puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum.
Tu NON puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum.
Tu NON puoi creare sondaggi in questo forum.
Tu NON puoi votare nei sondaggi di questo forum.