Ricerca   |    Topic attivi   |    Accedi all'area riservata

Logo Medikey
icona
Per accedere è necessaria l'iscrizione a Medikey

 


La gestione del riconoscimento dell'operatore della salute e la trasmissione e archiviazione delle relative chiavi d'accesso e dei dati personali del professionista della salute avviene mediante la piattaforma Medikey® nel rispetto dei requisiti richiesti da
Il Ministero della Salute (Circolare Min. San. - Dipartimento Valutazione Farmaci e Farmacovigilanza n° 800.I/15/1267 del 22 marzo 2000)
Codice della Privacy (D.Lgs 30/06/2003 n. 196) sulla tutela dei dati personali





Covid-19, utilizzare il plasma di convalescenti non è utile e può peggiorare la situazione
Administrator
#1 Inviato : domenica 26 settembre 2021 09:33:32(UTC)
Rank: Administration
Messaggi: 7.947

COVID-19, UTILIZZARE IL PLASMA DI CONVALESCENTI NON È UTILE E PUÒ PEGGIORARE LA SITUAZIONE


Secondo uno studio pubblicato su Nature Medicine, il trattamento con plasma di persone convalescenti non riduce il rischio di intubazione o morte per i pazienti con COVID-19, e anzi, in alcuni casi, i pazienti che lo ricevono presentano eventi avversi significativamente più gravi rispetto a quelli gestiti con cure standard. La maggior parte di questi eventi si riferisce a un aumento del fabbisogno di ossigeno e a un peggioramento dell'insufficienza respiratoria, anche se il tasso di mortalità...

Per leggere l'intero articolo cliccare qui

Giuseppina Caiazzo
#2 Inviato : domenica 26 settembre 2021 09:33:34(UTC)
Rank: Newbie
Messaggi: 5
L'immunizzazione passiva non ha trovato spazio in questa pandemia; eppure, nelle malattie infettive ha spesso assunto un ruolo di primaria importanza; basti pensare al tetano, dove ancora oggi viene praticata un'iniezione di plasma iperimmune, ricco di anticorpi anti-tossina tetanica, in caso di alto rischio di esposizione al batterio del tetano, congiunto ad una scarsa o assente copertura vaccinale, in un determinato lasso di tempo. I plasma dei donatori vanno accuratamente selezionati e studiati dal punto di vista della sicurezza ed efficacia, come per i vaccini. In caso di covid19, la materia prima, rappresentata dal plasma dei guariti e' ricchissima e, quindi, deve essere selezionata in base alla sicurezza, con tutte le misure adottate per i plasma dei donatori Avis; in base all'efficacia, scegliendo solo i plasma ad elevato contenuto anticorpale specifico. Ai requisiti sicurezza, efficacia, va aggiunto, nell'immunizzazione passiva, il requisito tempistica; quando somministrare gli anticorpi specidici; nel caso del tetano, ad esempio, il plasma ioerimmune é utile entro le 48 ore. Nella pratica clinica, anche nel caso del covid19, alcuni risultati sono stati ottenuti quando gli anticorpi sono stati somministrati nella fase iniziale della malattia, anche quando si é fatta terapia con anticorpi monoclonali. Premesso ciò, lo studio sopracitato va rivisto alla luce di questi principi immunologici validati e consolidati.
giovanni colonna
#3 Inviato : lunedì 27 settembre 2021 09:47:25(UTC)
Rank: Advanced Member
Messaggi: 435

Del comportamento di questo virus non sappiamo ancora molto (direi molto poco). Eccetto SpikeS1, su cui si sono concentrati tutti gli studi per ovvie ragioni, sui meccanismi molecolari che contraddistinguono la fisiopatologia di questo virus non sappiamo assolutamente nulla, ne conosciamo solo certi effetti. Il plasma immune di pazienti guariti deriva dall’interazione del virus in toto con il sistema immunitario del fenotipo infettato, quindi la risposta sia innata che adattativa è differente, rispetto al vaccino. Nel caso di infezione, gli anticorpi neutralizzanti saranno solo una parte degli anticorpi totali. Da questo punto di vista il vaccino è molto più specifico, inoltre, molti studi non sono stati adeguatamente controllati.

Lo studio su Nature Medicine (multicentrico, su vasta scala internazionale) è il primo in assoluto che cerca di standardizzare. I loro risultati si riassumono in:

1)      il tipo e il contenuto di anticorpi modula significativamente l'effetto terapeutico del plasma convalescente.

2)       plasma con elevati titoli di anticorpi neutralizzanti (specifici per S1-Spike) o cellule citotossiche anticorpo-dipendente hanno ridotto, in modo indipendente, l’effetto dannoso del plasma. Quindi, una valida risposta immunitaria si fonda sul bilanciamento di due parametri indipendenti, gli anticorpi neutralizzanti e l’immunità cellulare (come dovrebbe essere).

3)      le IgG contro l'intera proteina spike transmembrana (negli infetti) aumenta gli effetti dannosi.

4)      le distribuzioni di anticorpi nelle unità di plasma convalescenti variano in base al fenotipo del fornitore ed alla gravità della sua malattia.

È evidente che esistono dei profili anticorpali dannosi di cui non si sa il perché. La trasfusione di plasma convalescente è una terapia tradizionale, ma i profili anticorpali sfavorevoli potrebbero essere associati a specifici composti presenti nel plasma del donatore e prodotti durante la malattia o alle diverse modalità di trasfusione o a modalità di purificazione del plasma. Sorgono domande:

1)     Come inattivare il virus in modo certo e sicuro? Per quanto abbia letto in giro si usa blu di metilene che potrebbe alterare fibrinogeno e il fattore VIII nel plasma convalescente, invece altri autori non inattivano il virus.

2)     Quando è il momento migliore per raccogliere il plasma? Anche qui sono stati usati momenti diversi, con risultati diversi.

3)     Quando è il momento migliore per iniettare il plasma. Pare che sia efficace nei primissimi momenti dell’infezione, il che rende impossibile il suo uso a casa.

4)     La dose anticorpale totale (il volume trasfuso di plasma convalescente moltiplicato per il titolo anticorpale neutralizzante SARS-CoV-2) usata per gli adulti è risultata diversa da ospedale ad ospedale e necessita di ulteriori indagini, quindi, il titolo ottimale deve ancora essere trovato.

5)     Non ci sono molti dettagli nei vari tentativi fatti (ovviamente quelli riportati in letteratura) sul come i donatori di COVID-19 con diversi gradi di gravità abbiano generato effetti terapeutici diversi.

Visto che l'uso del plasma convalescente per il trattamento di pazienti ospedalizzati con COVID-19 non riduce il rischio di intubazione o morte a 30 giorni è necessario prendere decisioni altamente precauzionali, cioè, il linea di massima usare poco il plasma da immunità naturale (invece, gli anticorpi monoclonali sembrano funzionare bene proprio nei momenti iniziali dell’infezione).

Il plasma convalescente con alti livelli di funzione mediata da Fc è stato trovato dagli autori dell'articolo su Nature sempre associato a un ridotto rischio di intubazione o morte. Se ricordiamo che la regione di legame dell’antigene (Fab) si trova all’apice estremo del braccio, mentre la regione effettrice si trova nella coda (Fc) e che è responsabile della interazione con i numerosi recettori FcR delle cellule immunitarie (macrofagi, eosinofili, basofili, linfociti B, neutrofili) con attivazione della risposta cellulo-mediata, possiamo supporre che ogni interferenza di molecole estranee con il dominio Fc produca un blocco dell’immunità cellulare.

Come si vede, c’è una notevole complessità, non comprensibile se non si conosce con precisione la composizione delle principali biomolecole presenti nel plasma di fenotipi già diversi tra di loro. Ad oggi, non conosciamo cosa esattamente andiamo a trasfondere. Un problema molto generale sta nel fatto che la medicina delle evidenze non si è mai preoccupata di studiare le differenze fenotipiche e metaboliche di etnie diverse, generi diversi, persone con stili di vita diversi e le loro risposte agli eventi fisiopatologici. Inoltre, la medicina delle evidenze non comprende e non cura una malattia molecolare senza sintomi (gli asintomatici). Non bisogna dimenticare che il tanto contestato “il virus è morto” era corretto dal punto di vista della medicina delle evidenze, ma non dal punto di vista della medicina molecolare.

Un saluto

Forum Jump  
Tu NON puoi inviare nuovi topic in questo forum.
Tu NON puoi rispondere ai topics in this forum.
Tu NON puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum.
Tu NON puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum.
Tu NON puoi creare sondaggi in questo forum.
Tu NON puoi votare nei sondaggi di questo forum.