Ricerca   |    Topic attivi   |    Accedi all'area riservata

Logo Medikey
icona
Per accedere è necessaria l'iscrizione a Medikey

 


La gestione del riconoscimento dell'operatore della salute e la trasmissione e archiviazione delle relative chiavi d'accesso e dei dati personali del professionista della salute avviene mediante la piattaforma Medikey® nel rispetto dei requisiti richiesti da
Il Ministero della Salute (Circolare Min. San. - Dipartimento Valutazione Farmaci e Farmacovigilanza n° 800.I/15/1267 del 22 marzo 2000)
Codice della Privacy (D.Lgs 30/06/2003 n. 196) sulla tutela dei dati personali





Covid-19, come individuare i pazienti per l’accesso agli antivirali. Le indicazioni per i medici di
Administrator
#1 Inviato : martedì 3 maggio 2022 10:32:29(UTC)
Rank: Administration
Messaggi: 8.578

COVID-19, COME INDIVIDUARE I PAZIENTI PER L’ACCESSO AGLI ANTIVIRALI. LE INDICAZIONI PER I MEDICI DI FAMIGLIA


Medici di famiglia, specialisti e Agenzia del Farmaco-Aifa sono al lavoro per condividere un percorso validato di accesso agli antivirali contro il Covid-19. Di fronte alla difficoltà dei vaccini nel combattere contro le varianti del virus e le mutazioni della proteina spike, che aumentano probabilità di contagi e reinfezioni - le aspettative sono puntate sui nuovi anticorpi monoclonali, in particolare la combinazione tixagevimab più cilgavimab (nome commerciale Evusheld), e...

Per leggere l'intero articolo cliccare qui

Mario Giamperi
#2 Inviato : martedì 3 maggio 2022 10:32:32(UTC)
Rank: Newbie
Messaggi: 7
Un bel discorso ma poco concreto e quindi scarsamente utile nellapratica
ubaldo conti
#3 Inviato : martedì 3 maggio 2022 14:06:59(UTC)
Rank: Advanced Member
Messaggi: 78

Domanda semplice...Scusate,ma come facciamo a somministrarli nei primi cinque giorni,se prima di poterli prescrivere ,al di là delle innumerevoli interazioni,alcune delle quali  non specificate neanche nel foglietto illustrativo....bisogna avere i risultati  dela funzionalità renale ed epatica?

Chi fa il prelievo ad un pz covid  + a domicilio?

 

Dott Ubaldo Conti mmg

nicola dagnino
#4 Inviato : lunedì 9 maggio 2022 17:55:42(UTC)
Rank: Advanced Member
Messaggi: 80
Nicola Dagnino: Conti osservazione assai sensata , l'ostacolo si potrebbe aggirare eseguendo prelievo contestualment al tampone per la conferma del sospetto diagnostico. Se confermato si procede avendo in mano già gli esami .
nicola dagnino
#5 Inviato : lunedì 9 maggio 2022 17:59:15(UTC)
Rank: Advanced Member
Messaggi: 80
Nicola DAGNINO : completo: restano esclusi quanti fanno autonomamentete il tampone a domicilio
giovanni colonna
#6 Inviato : martedì 10 maggio 2022 08:36:37(UTC)
Rank: Advanced Member
Messaggi: 644

Nell'articolo solo chiacchiere inutili e fuorvianti.

Va ancora una volta ribadito che il virus si trasmette per via aerea, e che alcuni recenti studi stanno avallando quello che si sospettava già e, cioè, che gli asintomatici ed i pauco sintomatici sono individui con una risposta infiammatoria al virus geneticamente regolata. Nel senso che le risposte infiammatorie di questi particolari fenotipi sono smorzate e portate al livello necessario per bloccare il virus senza scatenare processi auto-infiammatori massivi. Questo giustifica l’utilità e l’efficacia dei Fans ed il loro uso a casa, ovviamente in ospedale vi sono risorse differenti, ma qui parliamo di casa. A scopo preventivo potrebbe essere utile una integrazione con antiinfiammatori naturali (cioè metaboliti prodotti dall’organismo stesso) come, vitamine varie (C, E, D3, spesso carenti negli anziani), acido 6,8,ditio-ottanoico (lipoico), L-carnitina (prodotti mitocondriali e di membrana che diminuiscono con l’età), e così via, senza scomodare i costosi intrugli vegetali di dubbia origine e ignoto effetto molto in voga e parossisticamente pubblicizzati ad usum stultorum et indoctorum.

L’uso del Paxlovid non è molto chiaro e lascia molti dubbi sulle sue capacità di fare prevenzione, una scarsa capacità che del resto è stata apertamente comunicata su Science dalla stessa Pfizer.

Alla fine, vaccino e mascherina rimangono i “fondamentali” ed unici strumenti di reale prevenzione e cura con robuste basi scientifiche.

Stiamo sottovalutando la terza e la quarta dose. È vero che la mortalità generale è ridotta, ma la pandemia è sempre lì, ed intorno ai 65 anni iniziano le fragilità. In attesa di cosa accadrà in autunno, Giorgio Palù dice: L'unico dato che resta allarmante è quello dei morti, perché è come se ogni giorno cadesse un aereo.

Evidentemente aprire le finestre non basta perché …. l’aereo cade lo stesso.

Oggi, il problema principale è tutto nella protezione degli anziani fragili che al chiuso in casa non viene attuata in modo efficace dai familiari perché nessuno dice loro cosa e come fare.

Secondo voi, chi dovrebbe dare le corrette spiegazioni alle famiglie?  

Le risposte possibili sono solo tre: il Ministero della Salute, gli “esperti” del CTS e/o dell’ISS, il medico curante.

Vi lascio la scelta della risposta.

Un saluto

Forum Jump  
Tu NON puoi inviare nuovi topic in questo forum.
Tu NON puoi rispondere ai topics in this forum.
Tu NON puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum.
Tu NON puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum.
Tu NON puoi creare sondaggi in questo forum.
Tu NON puoi votare nei sondaggi di questo forum.


chiudi