Ischemia miocardica

Quanto serve l’imaging cardiaco non invasivo

feb262014

Quanto serve l’imaging cardiaco non invasivo

L’utilizzo di esami di imaging cardiaco non invasivo in genere non migliora le diagnosi e i successivi interventi terapeutici e in alcuni casi induce i medici a prescrivere altri costosi test. Sono queste, in estrema sintesi, le conclusioni di uno studio...
transparent
Sette consigli per vincere l’ictus

giu102013

Sette consigli per vincere l’ictus

Bastano poche, piccole modifiche dello stile di vita per ridurre il rischio di ictus, almeno secondo uno studio dell’American Heart Association (Aha) pubblicato sulla rivista Stroke . Gli autori dell’articolo hanno valutato il rischio di ictus usando...
transparent

ott152012

Ischemia silente nei diabetici rilevata al treadmill test

Secondo una ricerca indiana, il test da sforzo con tapis roulant (o treadmill) è un metodo utile, specifico, costo-efficace e non invasivo per riconoscere una condizione di ischemia silente del miocardio in pazienti diabetici asintomatici. La prova deriva...
transparent

set172012

Cardiopatia ischemica e angina: modello multifattoriale

L'infiammazione del miocardio, la disfunzione coronarica microvascolare e la disfunzione endoteliale, i fenomeni trombotici, il coinvolgimento dell'angiogenesi. Sono alcuni degli elementi che entrano nel complesso processo fisiopatologico multifattoriale...
transparent

mag212012

Per ridurre i costi sociali dell'ictus aumentare le Stroke Unit

Nel 2012 si stima che in Italia vi saranno almeno 200mila nuovi casi di ictus, di cui circa 130mila ischemici. L'outcome a 12 mesi evidenzia che, a fronte del 28% di guariti e del 17% di disabili, ma autosufficienti, si avrà una mortalità del 30% e una...
transparent

mag212012

Nessun rischio cardiovascolare da vareniclina

Non risultano significativi incrementi di eventi avversi cardiovascolari gravi durante l'utilizzo di vareniclina per la cessazione dell'abitudine al fumo. È il verdetto di una metanalisi realizzata su 22 trial controllati randomizzati da Judith J....
transparent

nov222011

Perfusione miocardica post-Stemi: dopo 5 ore non soddisfa

In una popolazione colpita da Stemi, e trattata precocemente con intervento coronarico percutaneo (Pci), tripla terapia antipiastrinica e aspirazione del trombo, un breve tempo di ischemia (definito dal momento dell'insorgenza dei sintomi alla prima...
transparent

giu202011

La gestione del danno miocardico da chemioterapia antineoplastica

Gli avanzamenti diagnostico-terapeutici in oncologia hanno determinato una sensibile crescita dei pazienti lungosopravviventi, ma anche un incremento di soggetti colpiti dalle complicanze cardiache dovute a chemio e radioterapia. Un incontro, al 42° Congresso...
transparent

giu202011

Nell'anziano il dolore da ischemia è percepito più tardi

Negli anziani la percezione del dolore derivante da ischemia del miocardio è molto meno marcata ed è ritardata rispetto a quella dei pazienti più giovani, e ciò può spiegare la tendenza dei primi a richiedere meno tempestivamente assistenza medica. Lo...
transparent

mar72011

Volume piastrinico predittivo di ischemia del miocardio

I pazienti che presentano un aumento del volume piastrinico medio (Mpv), indicativo di aumentata reattività delle piastrine, hanno un rischio maggiore di morte dovuta a ischemia del miocardio, con coefficienti di rischio paragonabili a quelli riportati...
transparenttransparent
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>


chiudi