Morte improvvisa

nov212011

Anziani con poca vit D e alto Pth rischio di morte improvvisa

La combinazione di bassi livelli di vitamina D (25-OHD) e di elevate concentrazioni di paratormone (Pth) risulta associata in modo indipendente a morte cardiaca improvvisa (Scd) tra gli adulti anziani anche senza malattie cardiovascolari. Lo rivela uno...
transparent

nov82011

C’è anche la sindrome del QT corto

Sappiamo molto della sindrome del QT lungo (SQTL), ma poco o pochissimo su una sindrome che è, per molti versi, il contrario della SQTL ma che (talvolta gli estremi si toccano) può provocare delle aritmie importanti fino alla morte improvvisa: la sindrome...
transparent

lug212011

Donne: una vita salutare protegge da morte cardiaca improvvisa

Le donne che aderiscono a uno stile di vita salubre e a basso rischio – basato su assenza di fumo, mantenimento di un peso salutare (Bmi <25), svolgimento di attività fisica regolare (almeno 30 minuti al giorno), ed elevato ricorso alla dieta mediterranea...
transparent

lug62011

I defibrillatori impiantabili e la mortalità negli ultra 80enni

L'impianto di cardioversori-defibrillatori (Icd) non previene la morte cardiaca improvvisa negli ottantenni e nei novantenni, nei quali i principali determinanti di sopravvivenza sono l'età e la velocità di filtrazione glomerulare (Gfr). Lo ha verificato...
transparent
Nuove norme su defibrillatori, per i cardiologi un passo importante

giu202011

Nuove norme su defibrillatori, per i cardiologi un passo importante

È operativo, con la pubblicazione in Gazzetta ufficiale, il decreto legge per la diffusione in ambito extraospedaliero dei defibrillatori semiautomatici esterni, che potranno essere utilizzati da personale non sanitario, purché adeguatamente istruito....
transparent

feb212011

Campagna di prevenzione delle cardiopatie nello sport

Il varo della campagna nazionale di prevenzione delle cardiopatie nello sport "Non mi gioco il cuore", durante il Forum nazionale dei giovani, è stata l’occasione per discutere, presso la sala conferenze della Federazione italiana giuoco calcio a Roma,...
transparent

gen172011

Atorvastatina riduce la mortalità nei pazienti scompensati

Nei pazienti con scompenso cardiaco il trattamento con atorvastatina riduce il rischio di morte per tutte le cause e di ospedalizzazione per aggravamento dell’insufficienza cardiaca. Lo prova una metanalisi - effettuata da Minwen Xu e collaboratori...
transparent

dic92010

Troponina T cardiaca predittiva di scompenso nell’anziano

La misurazione seriale dei livelli ematici di troponina T cardiaca (cTnT) può predire il rischio di scompenso cardiaco incidente e di morte cardiovascolare negli anziani. È quanto emerge dai risultati del Cardiovascular health study, uno studio longitudinale...
transparent

apr232010

Sids: genitori ancora impreparati

Più dell’80% dei genitori ha sentito parlare della morte in culla, ma più della metà non fanno dormire il figlio in posizione supina, troppe mamme non abbandonano il fumo durante la gravidanza e l’allattamento e ancora molti...
transparent

feb52010

Morte improvvisa ma meno inspiegabile

di Simona Zazzetta   Uno studio condotto negli Stati Uniti conferma l’ipotesi secondo cui nella sindrome da morte improvvisa del lattante (Sids) siano coinvolti i livelli di serotonina   Diversi modelli di studio hanno evidenziato, negli...
transparenttransparent
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>


chiudi