Sclerosi multipla

Sclerosi multipla, ok Aifa a rimborsabilità per terapia a domicilio

apr212022

Sclerosi multipla, ok Aifa a rimborsabilità per terapia a domicilio

Arriva un'importante novità per le 130mila persone che soffrono di sclerosi multipla in Italia. L'Agenzia Italiana del Farmaco (Aifa) ha infatti approvato la rimborsabilità di Kesimpta® (ofatumumab), primo trattamento ad alta efficacia a...
transparent
 Sclerosi multipla, al convegno annuale Aan il punto sulle strategie terapeutiche. Le novità

apr72022

Sclerosi multipla, al convegno annuale Aan il punto sulle strategie terapeutiche. Le novità

Presentati al 74° convegno annuale della American academy of neurology (Aan), a Seattle, i risultati di un'analisi intermedia dello studio Consonance sull'utilizzo di ocrelizumab nel trattamento della sclerosi multipla secondariamente e primariamente...
transparent
Sclerosi multipla, la comprensione delle emozioni altrui varia in base al decorso

mar242022

Sclerosi multipla, la comprensione delle emozioni altrui varia in base al decorso

Secondo uno studio pubblicato sull'European Journal of Neurology, la capacità di riconoscere gli stati emotivi degli altri può essere influenzata in modo più significativo nei pazienti con sclerosi multipla secondariamente progressiva...
transparent
Sclerosi multipla, Agenas vara documento su percorso diagnostico-terapeutico nazionale. Pronto per la Conferenza Stato-Regioni

feb162022

Sclerosi multipla, Agenas vara documento su percorso diagnostico-terapeutico nazionale. Pronto per la Conferenza Stato-Regioni

Uniformare la gestione della sclerosi multipla: è l'obiettivo del documento varato dall'Agenzia dei servizi sanitari regionali che propone un percorso diagnostico terapeutico nazionale su una malattia che colpisce circa 75 mila italiani. «La sclerosi...
transparent
Sclerosi laterale amiotrofica, trovato un nuovo marker diagnostico

gen272022

Sclerosi laterale amiotrofica, trovato un nuovo marker diagnostico

Grazie a un'innovativa biopsia del nervo motorio, i ricercatori del San Raffaele hanno dimostrato che gli accumuli proteici già identificati a livello cerebrale sono presenti anche nel sistema nervoso periferico e potrebbero avere un ruolo rilevante...
transparent
Covid-19, nella sclerosi multipla spesso la terza dose di vaccino non basta

gen262022

Covid-19, nella sclerosi multipla spesso la terza dose di vaccino non basta

Secondo una lettera di ricerca pubblicata su JAMA Neurology, primo firmatario Marton Kö nig dell'Oslo University Hospital, una terza dose di vaccino contro COVID-19 non sempre riesce a incrementare con sufficiente efficacia i livelli di protezione...
transparent

gen242022

Sclerosi multipla, il virus Epstein-Barr è una possibile causa

Secondo quanto suggerisce un recente studio, la sclerosi multipla potrebbe essere una complicazione di un'infezione da parte del virus che porta la mononucleosi, l'Epstein-Barr (EBV). «L'ipotesi secondo cui l'EBV causi la sclerosi multipla è...
transparent
Sla, la carenza di ciclofillina è in grado di indurre la malattia. Ecco come

gen112022

Sla, la carenza di ciclofillina è in grado di indurre la malattia. Ecco come

Un nuovo studio, pubblicato su Brain, e portato avanti presso l'Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri di Milano e la Città della Salute di Torino, ha chiarito che la carenza dell'enzima ciclofillina A (PPIA) nelle cellule è in...
transparent
Sclerosi multipla, artrite psoriasica. Approvazione di nuovi farmaci o nuove indicazioni da parte della Commissione europea

dic22021

Sclerosi multipla, artrite psoriasica. Approvazione di nuovi farmaci o nuove indicazioni da parte della Commissione europea

La Commissione europea (Ce) ha concesso l'autorizzazione all'immissione in commercio (Aic) a diroximel fumarato per il trattamento della sclerosi multipla (Sm) recidivante-remittente negli adulti. Si tratta di un fumarato di nuova generazione, che combina...
transparent
Sclerosi multipla, la terapia con staminali mesenchimali autologhe non riduce l’infiammazione

ott252021

Sclerosi multipla, la terapia con staminali mesenchimali autologhe non riduce l’infiammazione

Secondo uno studio coordinato dall'Irccs Ospedale Policlinico San Martino di Genova con l'Università di Genova, pubblicato su Lancet Neurology, le cellule staminali mesenchimali autologhe non riducono l'infiammazione cerebrale e le lesioni provocate...
transparenttransparent
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>


chiudi