statine

Ipercolesterolemia, i giovani ricevono meno statine rispetto ai più anziani

gen132017

Ipercolesterolemia, i giovani ricevono meno statine rispetto ai più anziani

Tra gli individui con grave dislipidemia i tassi prescrittivi di statine variano ampiamente per età con meno prescrizioni sotto i 40 anni, secondo uno studio pubblicato su Jama Cardiology e coordinato da David Zidar , dello University Hospitals...
transparent
Artrite reumatoide: le statine si associano a una diminuzione dell’iperlipidemia

gen102017

Artrite reumatoide: le statine si associano a una diminuzione dell’iperlipidemia

La somministrazione di statine si associa a una riduzione dell'incremento di lipidi sierici nei pazienti con artrite reumatoide trattati con tocilizumab, secondo un'analisi post hoc coordinata da Martin Soubrier dell'Università di Clermont Ferrand...
transparent
Malattia di Alzheimer, trattamento con statine si associa a una riduzione del rischio

dic152016

Malattia di Alzheimer, trattamento con statine si associa a una riduzione del rischio

Secondo uno studio pubblicato su Jama Neurology che ha analizzato i dati Medicare, l'impiego di statine si associa a una riduzione del rischio di malattia di Alzheimer (AD) che varia in base al tipo di statina e all'etnia del paziente. «Risultati che...
transparent

nov282016

Efficacia e sicurezza delle statine dimostrata da revisione di trial clinici randomizzati e meta-analisi

Una recente revisione ha esaminato i dati di dimostrazione di efficacia e sicurezza del trattamento con statine. «Gli autori sottolineano che le prove derivanti dagli studi randomizzati e controllati e dalle meta-analisi forniscono informazioni affidabili,...
transparent
Malattia coronarica: evolocumab più statine si associa a riduzione della placca aterosclerotica

nov222016

Malattia coronarica: evolocumab più statine si associa a riduzione della placca aterosclerotica

In aggiunta alla terapia con statine, la somministrazione di evolocumab, un farmaco iniettabile della nuova classe degli inibitori PCSK9, riduce in modo significativo la placca aterosclerotica in pazienti con malattia coronarica. Ecco, in sintesi, quanto...
transparent

nov222016

Statine, effetto diabetogeno modesto ma maggiore nei soggetti ad alto rischio

Secondo uno studio pubblicato su The American Journal of Cardiology, l'incidenza di diabete mellito di tipo 2 associato al trattamento ipolipemizzante con statine è relativamente bassa nei pazienti non diabetici. «L'obiettivo della nostra analisi...
transparent

nov182016

Le statine negli Stati Uniti: le prescrizioni aumentano, ma non nei pazienti ad alto rischio

Sebbene l'uso di statine sia aumentato in modo significativo tra gli adulti statunitensi nel periodo 2002-2013, non solo la prescrizione nei gruppi ad alto rischio rimane sub ottimale, ma persistono differenze significative nel trattamento delle donne,...
transparent

nov182016

Statine nella prevenzione primaria, ecco le linee guida aggiornate Uspstf

La U.S. Preventive Services Task Force (USPSTF) ha appena dato alle stampe l'aggiornamento delle raccomandazioni sull'uso delle statine per la prevenzione primaria delle malattie cardiovascolari negli adulti. Il documento, pubblicato sulla rivista Jama,...
transparent
Prevenzione primaria delle malattie cardiovascolari: pubblicate le linee guida Uspstf su uso statine

nov162016

Prevenzione primaria delle malattie cardiovascolari: pubblicate le linee guida Uspstf su uso statine

La U.S. Preventive Services Task Force (Uspstf) ha appena pubblicato sulle pagine di Jama il documento aggiornato sull'uso delle statine nella prevenzione primaria delle malattie cardiovascolari negli adulti, raccomandando di iniziare il trattamento ipolipemizzante...
transparent
Statine, più aumenta l’intensità della cura più si riduce la mortalità

nov112016

Statine, più aumenta l’intensità della cura più si riduce la mortalità

Esiste un'associazione inversa tra mortalità e intensità della cura con statine, secondo uno studio pubblicato su Jama Cardiology che conferma il trattamento come pietra miliare nella prevenzione della malattia aterosclerotica cardiovascolare...
transparenttransparent
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>


chiudi