statine

mag132016

Le statine al momento dell’intervento non riducono le complicanze della cardiochirurgia

Secondo uno studio clinico internazionale pubblicato sul New England Journal of Medicine sotto la guida dell'Università di Oxford e con i finanziamento della British Heart Foundation (Bhf), la somministrazione di statine a dose piena un paio di...
transparent
Malattia coronarica, differenze di genere nella prescrizione delle statine

mag122016

Malattia coronarica, differenze di genere nella prescrizione delle statine

Le statine sono ugualmente efficaci nel ridurre il rischio di eventi coronarici in uomini e donne, ma queste rispetto ai maschi hanno meno probabilità di ottenerne la prescrizione. Ecco, in sintesi, le conclusioni di uno studio svolto dai ricercatori...
transparent

mag62016

Sopravvivenza nella persona con diabete mellito di tipo 2: differenze a seconda del regime terapeutico

Gli algoritmi proposti dalle linee guida nazionali e internazionali, come quello pubblicato dall'AACE nel 2015 (1), sono di grande aiuto per la scelta e la gestione della terapia più adeguata per il paziente con diabete mellito di tipo 2 (DM2)....
transparent

apr152016

Pazienti a rischio cardiovascolare intolleranti alle statine: confronto evolocumab-ezetimibe

In confronto a ezetimibe, evolocumab riduce significativamente i livelli di colesterolo Ldl nei pazienti con intolleranza alle statine da effetti avversi muscolari. Ecco in sintesi i risultati dello studio GAUSS-3, un trial multicentrico internazionale...
transparent

apr152016

Nuove linee guida Acc nella gestione del colesterolo Ldl senza statine nei pazienti ad alto rischio

L'American College of Cardiology ha pubblicato l'aggiornamento delle linee-guida per la gestione dei livelli di colesterolo LDL (c-Ldl) nei pazienti ad alto rischio con terapie non a base di statine, come ezetimibe e inibitori della PCSK9 (protein convertase...
transparent

apr112016

Prevenzione cardiovascolare: statine efficaci negli adulti-anziani a rischio intermedio

I risultati sugli effetti della terapia ipolipemizzante combinata a quella antipertensiva osservati in quasi 13.000 pazienti senza franca malattia cardiovascolare ma con almeno un fattore di rischio sono stati presentati lo scorso 2 aprile a Chicago dai...
transparent

mar242016

Perdita acuta di memoria e terapia con statine o altri farmaci ipolipemizzanti

Le statine (STAT) sono gli ipocolesterolemizzanti più prescritti ed esistono evidenze che possano apportare benefici a livello del sistema nervoso centrale (SNC), grazie alla loro capacità di ridurre la formazione di placche beta-amiloidi...
transparent

mar92016

Cause, incidenza, terapia e follow-up del diabete post-trapianto: una recente revisione

Il diabete mellito post-trapianto (PTDM) è una complicanza frequente, che può insorgere dopo trapianto di organi solidi ed è associata a un aumentato rischio di mortalità e infezioni. L'argomento è di grande attualità...
transparent
In chirurgia cardiaca le statine non hanno effetto nefroprotettivo

feb252016

In chirurgia cardiaca le statine non hanno effetto nefroprotettivo

Tra i pazienti sottoposti a chirurgia cardiaca, il trattamento peri-operatorio con atorvastatina ad alte dosi rispetto al placebo non riduce il rischio di insufficienza renale acuta né tra i pazienti naive al trattamento con statine né in...
transparent

gen272016

Nuove terapie per l’ipercolesterolemia: ruolo dei PCSK9-inibitori

In un futuro molto prossimo sarà commercializzata una nuova classe di farmaci ipocolesterolemizzanti: gli inibitori della pro-proteina convertasi subtilisina/kexina tipo 9 (PCSK9) (1). Sono anticorpi monoclonali che inibiscono l'azione di questa...
transparenttransparent
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>


chiudi